Massimo Mida

NUOVO IMPEGNO

Regia di Massimo Mida, 1968, 13′, UNITELEFILM

segnalato da AAMOD_ROMA

Sinossi:

Le immagini di Massimo Mida in Nuovo Impegno, mostrano l’attività dei giovani volontari che sono venuti da tutta Italia ad aiutare le popolazioni colpite dal sisma del 1968 che rase al suolo quattro comuni e lesionò più o meno gravemente altri dodici. In una situazione in cui i soccorsi arrivano disorganizzati e in ritardo l’unica soluzione è la collaborazione che, dato l’eco internazionale della catastrofe, si raccoglie nella Valle del Belìce dalle città più lontane d’Europa. L’impegno si concretizza e organizza sulla base delle necessità effettive delle popolazioni terremotate e non sul senso di bisogno percepito da coloro che sentono la notizia da lontano. Questo l’occhio dietro la macchina da presa che raccoglie la testimonianza dei bisognosi e di coloro che offrirono aiuti sostanziali.

massimo-mida-e-il-fratello-gianni-puccini

Massimo Mida

Laureato in giurisprudenza, diplomato in regia nel 1941 al Centro Sperimentale di Cinematografia, esordi come sceneggiatore di Un pilota ritorna (1942, Roberto Rossellini). Nel frattempo si dedicò intensamente all’attività giornalistica e critica, che prosegui nel dopoguerra. Ha collaborato con registi d’impegno, come Roberto Rossellini, Carlo Lizzani e altri, partecipando alla realizzazione di alcuni film di notevole interesse, da Paisà (1947, Roberto Rossellini) a Luci del varietà (1951, Alberto Lattuada e Federico Fellini) a Cronache di poveri amanti (1954,Carlo Lizzani). È passato alla regia, con risultati di rilevante interesse documentaristico. È fratello del regista Gianni Puccini. Muore nel 1992

Annunci